Virginia Krueger

Virginia Krueger

Prosapoesie erotiche



978-6201-174-7


Nuovo

pp. 32, f.to 15x21 cm

L’arte non conosce le buone maniere.

Maggiori dettagli

5 Articoli

5,00 €

L’arte non conosce le buone maniere.
 
«Voglio mangiare dalle tue mani poi prenderti spezzarti il collo perché m’hai nutrita senza
 
permesso del mio cuore solo con l’offesa di crederti più forte e meno prezioso. Io ti amo non mi basta
 
a crescere io devo sparire nel tuo ombelico stanotte o resto prigioniera della mia accidia. Tu sei il mio
 
fiorediluna appassito che catturo in bocca prima di lanciare l’ennesima maledizione. Coprimi col tuo corpo
 
fino alla morte che avviene ogni giorno da quando non amo più il tuo sorriso perché l’ho disciolto in una
 
pozza di acido nero. Sospiro. Balzami in gola come un artiglio di avvoltoio o la bruma d’inverno che affoga
 
di lacrime il vento. Io sento. Tutto il passato inutile come un fusto di vino scaduto fa male sa di aceto il
 
beone l’assaggia e sputa bestemmie sulla carne del nuovo compagno di sbronze. Ascolta perché volermi
 
non ti basta desiderare insieme pensare l’emozione come un assassinio della morte e l’amore come il gran
 
finale del lungometraggio che porta il nostro nome? Dimentica. Ricorda di cancellare ogni volta che torni
 
col cuore a quel pensiero storto».
 
(…)
 
« Lo n t a n o . N o n t i t o c c o e s o p r a vvivo . N o n e s is t o e m i r e s p ir o .
 
P e r im m a g in a r t i vivo . Te s s o u n r ic a m o . Di vo c e . Alla t u a m a n o .
 
S c o p a m i. H a u n s e n s o . Am a m i. Qu e s t o n o n d o ve vo d ir lo » .
Sottotitolo Prosapoesie erotiche
OK Questo sito sfrutta i cookie per salvataggio dati